VIDEOSORVEGLIANZA

 

 

 

 

 

 

 

Per la realizzazione di un impianto

di videosorveglianza, è buona regola seguire

le 4 fasi indicate di seguito

FASE 1:

DEFINIZIONE del numero di AREE da sorvegliare.

FASE 2:

DEFINIZIONE del RISULTATO ATTESO
per ogni area da sorvegliare.

FASE 3:

DEFINIZIONE DEL NUMERO di telecamere e del posizionamento.

FASE 4:

SCELTA DEI DISPOSITIVI PIÙ IDONEI al raggiungimento del risultato voluto.

Videosorveglianza:

informativa obbligatoria

Non siamo semplici installatori ma dei PROFESSIONISTI

 

Assistere giornalmente il nostro cliente anche durante le innumerevoli pratiche tecniche ed amministrative per noi è un valore aggiunto.

 

QUALI SONO I PRINCIPALI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO ?

In caso di installazione di impianto di videosorveglianza, il Datore di Lavoro ha molteplici obblighi, tra cui:

1) Redigere l'istanza di autorizzazione all'installazione di impianto di videosorveglianza nei luoghi di lavoro
2) Effettuare o integrare la Valutazione di Impatto del Trattamento dei Dati
3) Effettuare o integrare il Registro del Trattamento dei dati
4) Informare i lavoratori interessati fornendo un'informativa privacy
5) Posizionare le telecamere conformemente alla normativa vigente ovvero senza ledere i diritti degli interessati o poter esercitare controllo remoto dei lavoratori.
6) Affiggere dei cartelli visibili a norma GDPR che informino i dipendenti ed eventuali clienti, ospiti o visitatori della presenza dell'impianto di videosorveglianza


 

QUALI SONO I PRINCIPALI OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO ?

L'istanza di autorizzazione (punto1) deve essere presentata all'Ispettorato del Lavoro di competenza prima dell'accensione dell'impianto ed esclusivamente per le imprese che occupano almeno n.1 lavoratore e prive di rappresentanza sindacale.

Tutti gli altri obblighi devono essere ottemperati ad avvenuto consenso da parte dell'Ispettorato del Lavoro competente a collaudo e accensione dell'impianto.




installazione-videosorvegelianza-luogo-l

QUALI SONO I DOCUMENTI DA INVIARE ALL'ISPETTORATO

I documenti da inviare all'Ispettorato del Lavoro di competenza sono:

1) Modulo istanza di autorizzazione all'installazione di impianti audovisivi debitamente compilato

2 )Relazione tecnica dove vengono illustrate:

    a) Le specifiche delle esigenze di carattere organizzativo ; produttivo ; sicurezza sul lavoro ovvero tutela del patrimonio aziendale poste a fondamento dell'istanza;

    b) Le modalità di funzionamento, di conservazione dei dati e loro gestione nonchè i seguenti elementi: le caratteristiche tecniche delle telecamere ; le modalità di funzionamento del dispositivo di registrazione; il numero di monitor di visualizzazione ed il loro posizionamento; la fascia oraria di attivazione dell'impianto; i tempi di conservazione delle immagini; le specifiche di funzionamento del sistema.

3) N.2 marche da bollo da16,00




installazione-videosorvegelianza-luogo-l

QUALI SONO LE SANZIONI PREVISTE ?

Due sono i profili sanzionatori che possono emergere:

1) Lato privacy: il GDPR prevede un'ammenda fino a 20milioni di euro

2) Lato giuslavoristico: quando si verifica la violazione dello Statuto dei Lavoratori sono applicabili le sanzioni penali previste, ovvero: ammenda da euro 154 ad euro 1549 o nei casi più gravi l'arresto da giorni 15 ad un anno.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© R.I.E.T. srl - P.I.: 02708960279

Chiama

E-mail

Come arrivare